Le cellule cerebrali che aiutano a dimenticare

Le cellule cerebrali che aiutano a dimenticare

"Chao Wang, della Zhejiang University School of Medicine ad Hangzhou, in Cina, e colleghi di altri istituti cinesi...(hanno ottenuto) risultati,studiando topi di laboratorio,  importanti per comprendere le basi neurofisiologiche di una capacità cognitiva fondamentale come la memoria, ed eventualmente anche le condizioni patologiche come le amnesie. ... 
Le cellule della microglia rappresentano la principale linea di difesa immunitaria nel sistema nervoso centrale, nel quale si muovono continuamente per eliminare i neuroni danneggiati, agenti infettivi o altri materiali. Oltre a ciò, controllano le sinapsi, le connessioni tra i diversi neuroni, eliminando quelle inutili o sovrabbondanti, soprattutto nella fase dello sviluppo neurobiologico, ma anche nella normale e continua riorganizzazione delle connessioni in età adulta che prende il nome di plasticità sinaptica.

L’ipotesi di una connessione tra microglia e memoria nasce proprio considerando il ruolo delle sinapsi nella codifica dei ricordi. ...
Wang e colleghi hanno osservato e manipolato la microglia e gli engrammi nel cervello di topi di laboratorio sani, addestrati a compiti di memoria. Gli autori hanno così dimostrato che diminuendo intenzionalmente il numero di cellule della microglia o inibendo loro attività risultava alterata anche la capacità di dimenticare. La conclusione dello studio è che le cellule della microglia intatte mediano la dissociazione delle cellule degli engrammi, portando alla degradazione e all'eventuale cancellazione delle memorie associate. "https://www.lescienze.it/mind/2020/02/07